Heiderose Manthey a Donald Trump

Richiesta di aiuto dalla Germania: la Germania e l’Europa sono colpiti da rapimenti di bambini e pesanti maltrattamenti di persone

Informazioni sullo spesso manifestato arbitrio presso i tribunali e gli uffici della gioventù della Germania

2018-05-20

Originalbrief in deutsch

Entfrostung. Defrosting. Sbrinare. Rozmrażania. Décongeler. размораживать. Descongelar.

Entfrostung. Defrosting. Sbrinare. Rozmrażania. Décongeler. размораживать. Descongelar.

.
Washington D.C., Casa Bianca/Weiler. In relazione all’ Executive Order del presidente americano del 21 dicembre 2017 , la direttrice di ARCHE, Heiderose Manthey , scrive al presidente degli Stati Uniti d’America per informarlo sulle condizioni della violazione dei diritti umani in Germania ed Europa.

Per chiarimento il seguente contenuto:  „Human rights abuse and corruption undermine the values that form an essential foundation of stable, secure, and functioning societies; have devastating impacts on individuals; weaken democratic institutions; degrade the rule of law; perpetuate violent conflicts; facilitate the activities of dangerous persons; and undermine economic markets.“

Tra l’altro il seguente passo: Executive Order Blocking the Property of Persons Involved in Serious Human Rights Abuse or Corruption unter Law & Justice veröffentlicht. Vedi issued on: December 21, 2017.

Il Presidente si esprime in maniera inequivocabile:

„I, DONALD J. TRUMP, President of the United States of America, find that the prevalence and severity of human rights abuse and corruption that have their source, in whole or in substantial part, outside the United States, such as those committed or directed by persons listed in the Annex to this order, have reached such scope and gravity that they threaten the stability of international political and economic systems.“

In considerazione dei risultati, I quali sono di portata mondiale, Heiderose Manthey descrive le condizioni del matrattamento nei confronti del bambino e dei genitori attraverso le strutture dello Stato ed attraverso la cosidetta industria di soccorritori in Germania ed in Europa.

Heiderose Manthey, la quale con esperienza ventennale, ha reso pubblico sotto gravi attacchi contro la sua persona per il bene comune  l’argomento “ la rapina del bambino ( non solo ) in Germania – la sindrome dell’alienazione parentale.

.

 

Lettera aperta

come direttrice di ARCHE – il quale unisce gruppi ed associazioni ad una rete estesa a livello mondiale, che si è formata per agire contro il rapimento del bambino, sindrome di alienazione parentale, Le scrivo oggi in maniera in maniera supplichevole e piena di speranza, di interessarsi dei più gravi delitti alle famiglie, cellule germinali della società in Germania.

Per cominciare: Io parlo non come sostituta per i numerosi gruppi , esperti e studiosi nella mia rete, io parlo solamente attraverso la mia esperienza ventennale come vittima, come lavoratrice in rete e direttrice di ARCHE e descrivo il tenore nella mia patria.

 

Strutture statali nel campo della famiglia

 

Qui in Germania le vittime vivono pratiche orribili, disumane e distruttive da parte dei tribunali di famiglia, uffici per la gioventù e da parte “dell’industria soccorritrice” i quali si prendono possesso dei bambini dalle diverse famiglie.

Genitori e nonni , dei quali figli e nipoti vengono strappati dalle famiglie attraverso l’ufficio della gioventù, di solito con l’aiuto di un grande dispiegamento di manager che trattano il caso, polizia ed ulteriori ausiliari, si ritrovano impotenti davanti al rapimento dei bambini alla stessa maniera come una madre sola , i neonati della quale vengono rapiti addirittura già dalla sala parto, con lo scopo di consegnarli a dei genitori adottivi già a disposizione oppure case famiglia, le quali in parte si arricchiscono su questi bambini.

Ciò porta tra le altre cose, che i collaboratori dell’ufficio della gioventù oppure persone vicine all’ufficio della gioventù si affittano o addirittura comprano case grandi per meri scopi lucrativi, per dirigerla come struttura similare ad una casa privata, così ho appreso già sporadicamente da parte di alcuni casi.

Senza la protezione della loro famiglia, i bambini rapiti vengono resi serviti per un trauma basato sull’abuso psicologico, corporale e sessuale. Vivo ed orribilmente nel ricordo, c’è l’occasione dei processi di Worms in Germania.

Noi non possiamo in nessun modo concludere, che l’abuso venga scoperto in maniera ampia. La frantumazione delle famiglie e dei bambini attraverso le catene legate agli ordini di direttive ed azioni da parte di pubblici ufficiali e organismi decisionali di alto rango viene eseguita con la forza esecutiva.

Le cause della rottura causano nei bambini abusati in questo modo sempre a perversioni ulteriori e re-transgenerazionali.

 

Responsabili

Presso gli organi decisionali di alto livello esiste il particolare pericolo, che i traumi e perversioni di loro si possano esternare in maniera differenti   in un modo molto sottile e latente di “ scarico di bisogno” nella loro funzione , che causano un danno senza fine in maniera espansiva su ognuno vittima di questo.

Pervertiti funzionari, organi decisionali ed esecutivi provocano per via delle loro direttive “ frane”, che coinvolgono molte famiglie e possono distruggerle totalmente. Gli organi hanno in forza della loro carica una funzione moltiplicatore , con i quali le perversioni , le quali rispecchiano la proporzione del danno vissuto personalmente, ricascano con pieno effetto sulle famiglie ignare e le portano come “ le mosche nella tela del ragno”.

Le costruite apparenti strutture di sostegno delle Stato, delle chiese e di ulteriori cosiddetti organi liberi agiscono quindi solo ancora come artisti della seduzione dolci come il miele. Loro vengono attivati prima dell’ufficio della gioventù, per suggerire tra le altre cose aiuto, però spingono le famiglie, genitori o uno dei genitori soltanto ancora in maniera più forte nei fili della rete. Presso i punti di congiunzione determinanti come nei punti diurni per minori, asili, scuole, etc. vengono iscritti i bambini – dalla nascita fino alla maturità. Di questo vive il modello degli affari con i bambini.

Ci potrebbero essere anche casi giustificati di pericoli per i minori tra questi, ma il meccanismo creato, l’industria del sostegno, viene organizzato attraverso le riforme del diritto come le associazioni e le Spa, le quali sono proiettate a crescere. Si tratta qui di conglomerati di società economiche.

 

Processi psicopatologici di evoluzioni – Cause e conseguenze

Anzidetti sviluppi dimostrano, che che un’informazione a maglia stressa è libera da molti anni e la fine di questi delitti con un processo di crescita psicopatologico e/o criminale è assente condizionata dal sistema.

Questo processo di crescita psicopatologico si adopera per ogni singolo che viene colpito dalla frana, dunque traumatizzato. I neo-traumatizzati a loro volta provocano di nuovo frane, etc.

Le strutture statali gerarchiche offrono un terreno di coltura molto favorevole, modi di comportarsi dannosi dei più alti funzionari, di sfogare costrizioni e paure di loro in maniera nascosta ma anche aperta e far servire questi sia verso il basso ai collaboratori subalterni, i quali poi senza riflessione propria agiscono ulteriormente, e sia alle così dette prestazioni di servizio presso gli uffici. I cercatori di aiuto possono per questo motivo già patire la forma più pura delle vessazioni, solo per il motivo che loro hanno dovuto mettere piede nell’ufficio, poiché le disposizioni pubbliche ricevute come anche quelle informali da parte dei funzionari seguono il loro percorso dall’alto. A partire dalla prima registrazione / primo contatto inizia il vortice ufficiale.

In seguito si può o deve essere parlato di un processo di disintegrazione psicopatogena della società.

 

Coltivazione del contenzioso e drammaticità

Alcune famiglie durante e dopo la separazione e divorzio finiscono con il delitto in famiglia attraverso appartenenti alla famiglia o meglio nel suicidio, poiché non vedono più uscita dal vicolo cieco. La lunga via per trovare un ponte verso i propri figli e famiglie, si eguaglia ad un disgregante logorare e scorticare attraverso i paragrafi. La colpa di questa gestione del contenzioso viene per di più gettata addosso ancora con effetto mediatico alle vittime.

Strappare ai bambini le famiglie, affinchè loro servano alle altre persone come base per la vita di loro, sviluppo psicologico, ed appagamento sessuale, è il crimine più grande, che si ci si possa immaginare. E tutto ciò viene onorato statalmente, invece di investire nelle famiglie stesse ed agire lì in maniera curativa, dove i bambini sono stati fatti nascere.

 

Torture bianche

L’abuso bianco quindi l’abuso attraverso le professioni rappresenta di per se già un massiccio pericolo dei bambini, i quali perdono un genitore, vanno a finire presso genitori adottivi o in case famiglie. L’abuso bianco, è già presente nel momento in cui, le vittime non vengono prese in considerazione nelle loro richieste e necessità. I bambini , giovani, genitori e membri di famiglia , i quali ancora possono esprimersi chiaramente, loro vogliono rimanere con  il padre, la madre, la nonna ed i membri di famiglia,  al fine di un motivato  disegno ideologico e politico vengono  così abbattuti, fino a quando sono distrutti oppure volontariamente lasciano passare tutto su se stessi oppure devono.

Il riconoscimento del maltrattamento bianco viene regolarmente impedito attraverso tutte le strutture cooperanti dello Stato.

Nell’anno 2016 le prese in carico segnalate soltanto in Germania secondo il ministero federale statistico ammontavano a 84.230 bambini. Queste sono le informazioni delle cifre ufficiali. I numeri dei minori sottratti ad un genitore oppure nonni o fratelli, non sono lì contenuti. Secondo le informazioni di un presidente di un’associazione che agisce su tutto il territorio tedesco si tratta di 400 bambini giornalmente, che vengono sradicati ad un genitore, molti per tutta la vita.

 

Strumenti della tortura bianca

Le alienazioni statalmente prescritte vengono se necessario eseguite attraverso regole di comportamento, divieti di uscire, divieti di contatti, divieti di accesso, esperimenti con medicinali, con effettivamente violenza minacciata, psichiatria forzata, avvocatura, accuse e galera e con battaglie nei tribunali che durano negli anni e senza via di uscita. La stigmatizzazione, la persecuzione sistematica e societaria avviene inevitabilmente ed ha efficacia devastante.

Oltre si arriva spesso in queste costellazioni ad ulteriori abusi corporali e psicologici, consumo di alcoolici , stupri, punizioni sia ai bambini alienati che ai genitori e nonni alienati dai loro bambini.

Per i minori strappati dalla famiglia tale tortura può essere portata fino in pubblico soltanto in forma di una spilla in casi singoli concisi. Un caso portato in pubblico è soltanto un granello di ghiaccio e neanche lontanamente la punta di un iceberg.

In modo particolare spesso i bambini vengono sottratti ad un genitore dopo la separazione o divorzio dei genitori. Il genitore rapito dei suoi figli si trova tutto ad un tratto di fronte ad un apparato statale, contro il quale lui si deve difendere per lunghi anni nei faticosi processi fino ad arrendersi a se stesso ( situazione di emergenza materiale, intellettuale e psicologica fino al suicidio) e spesso non ha nessuna speranza , di sfuggire alla persecuzione statale.

 

Stigmatizzazione delle vittime

Ben inteso, colui al quale vengono rapiti i figli viene stigmatizzato come colpevole e perseguitato dalla giustizia, polizia, società, etc… Queste istituzioni statali costruiscono una roccaforte contro i genitori, che amano i loro figli e vogliono amare e contro i bambini, i quali hanno bisogno urgente dell’amore di uno dei genitori amorevole, per poter diventare grandi ed in salute.

Richieste di aiuto sono state inoltrate per iscritto alla cancelliera tedesca, al parlamento europeo, ai deputati del parlamento tedesco, al tribunale internazionale dell’Aja, etc… Nonostante la complessa rappresentazione delle vittime non è stata segnalata nessuna necessità effettiva riconoscibile di azione. Le vittime vengono consolate in maniera standard e legati nella speranza, di poter essere di nuovo genitori per i loro figli, soprattutto per poter dare loro protezione ed amore. I bambini vengono effettivamente però inoltre alienati – ormai anche dalla parte ufficiale, anche dalle parti delle corti supreme.

Nella conoscenza, che i nostri bambini come anche noi stessi ci ammaliamo attraverso il rapimento dei bambini e alla conseguente alienazione dei minori e che siamo esposti impotentemente   a questi impressionanti intrighi para statali, in contrasto a ciò dall’altra parte viene prodotta una consapevolezza , la quale viene indottrinata con effetto di efficacia una modalità di comportamento  per il singolo come anche per la società in maniera globale, di lanciarsi una via libera  con bugie e denunce, di togliersi per il momento se stessi dal pericolo della sbriciolatura delle macine statali oppure di spingere le vittime nelle macine statali, le quali vedono ciò da parte di loro stessi per giunta come qualità, e di trattare con il prossimo in maniera sincera ed avveduta.

La conseguenza di questi crimini ha un effetto transgenerazionale. Da 20 anni io ed innumerevoli vittime ci scontriamo contro muri, i quali noi fino adesso non potevamo rompere.

 

Il nostro lavoro di informazione sulla via della pace

In collaborazione con i genitori coraggiosi nel periodo dal 01 aprile al 05 maggio 2015 è stato pronunciato ufficialmente davanti alla commissione petizioni del parlamento europeo su questa problematica European Parliament: Speech regarding the exposure of torture in Germany

.

Già nel dicembre 2006 era stato esposto nel parlamento europeo:  In december 2006, parents from all nations submitted a petition to the European Parliament against the German JUGENDAMT

 

Allegato mi permetto anche di inserire i miei contributi del discorso allo scopo di utilità durante la conferenza stampa del parlamento europeo di Bruxelles. Vedi conferenza stampa  Conferenza stampa Parlamento europeo 1aprile2014 , cronologia 14:14…31:17…35:50…37:21…40:25.

 

Filmati, interviste, lavori di rete

Maikäfer flieg, intervista con il Dott. Andrea Christidis sull’abuso dei minori nello Stato profondo

Schachmatt der Justiz – Prof. Dott. Aris Christidis descrive la sua battaglia di molti anni attraverso la giustizia della Germania

Gekreuzigte Väter  – tre padri coinvolti descrivono in maniera incensurata

Familienzerriss – Nicht ohne meine Tochter  – un padre lascia il paese a causa della persecuzione statale

Kindeswohlgefährdung per Gesetz – Bobby Vander Pan, Olaf Meyer-Granzow tra le altre cose offrono supporto per le vittime con video spiegatizi e libri

Dott. Payrhuber rende pubblico nel periodico medico di Salisburgo Mit Hilfe des Justizapparats: Beim Eltern-Entfremdungssyndrom PAS geht es um emotionale Gewalt.

Giudice Lisa Gorcyca – Contact the Oakland County Circuit Court PAS die vorsätzliche Entfremdung des Kindes.

Conseguenze della salute per la Perdita dei genitori nell’infanzia –  Wissenschaftliche Analyse rischio per un primo manifestarsi di una pesante depressione oppure di un abuso d’alcool

Con ossequi
Heiderose MANTHEY

 

Aktivist zur Überwindung von kid - eke - pas. Marco di Marco.

Foto © Heiderose Manthey

.
Deutsch Chinesisch Englisch Französisch Italienisch Japanisch Polnisch Russisch Schwedisch Spanisch Ungarisch

Ins Italienische übersetzt von Marco di Marco, Vorstandsmitglied von SOS Child Abduction, Aktivist zur Überwindung von kid – eke – pas, Aufnahme am 10. Dezember 2017  in Berlin vor dem Bundestag zu Daddy’s Pride.